TESE, MICROTESE

054

TESE, MICROTESE

Sono tecniche di recupero degli spermatozoi che permettono di rispondere a particolari problemi di infertilità maschile. Vi si fa ricorso nei casi di assenza di spermatozoi nell’eiaculato: azoospermia (che non sempre è dovuta a una mancata produzione da parte del testicolo, ma a volte anche ad un’ostruzione delle vie seminali).
Nei casi di azoospermia, nei quali non sia possibile ottenere una ricomparsa di spermatozoi nell’ejaculato, si cerca di recuperare spermatozoi direttamente dal testicolo per poter poi effettuare una procedura di fecondazione assistita mediante ICSI.
Le tecniche di recupero sono:

  • TESE (Estrazione Testicolare degli Spermatozoi)
    La TESE (testicular sperm extaction: estrazione degli spermatozoi dal testicolo) detta anche biopsia testicolare, prevede l’estrazione chirurgica di tessuto testicolare dal testicolo, estrazione che viene fatta ad occhio nudo: si incide il testicolo e si fanno dei prelievi. Il tessuto prelevato verrà successivamente processato alla ricerca degli spermatozoi.
  • MicroTESE (Estrazione Testicolare degli Spermatozoi con l’ausilio di un microscopio)
    Con la MicroTESE i testicoli vengono esplorati al microscopio operatore e vengono esaminati i singoli tubuli del testicolo, verranno prelevati i tubuli di dimensioni maggiori dove ci sono probabilità maggiori di recuperare spermatozoi. Il tessuto prelevato verrà successivamente processato da parte di una biologa alla ricerca degli spermatozoi che verranno crioconservati. La microTESE è riservata ai casi di azoospermia da causa testicolare dove è più difficile recuperare spermatozoi.
    La TESE microchirurgica o MicroTESE è una procedura particolarmente indicata in tutti i casi di Azoospermia Non-ostruttiva, e specificamente nei casi in cui l’FSH è da “elevato” a “molto elevato”. Per primi, in uno studio controllato e randomizzato, l’equipe andrologica del San Paolo ha dimostrato la maggior percentuale di recuperi positivi di spermatozoi in questi pazienti. Tutta la letteratura scientifica più recente continua a confermare in questo campo la superiorità della MicroTese rispetto alla TESE. Oggi la équipe andrologica del San Paolo vanta un’ esperienza di oltre 600 MicroTESE, con alcuni recuperi positivi addirittura con FSH superiore a 6 volte il valore massimo normale.

 

L’intervento è del tutto indolore, richiede un ricovero di un solo giorno e un secondo giorno di riposo al domicilio, con ripresa immediatamente successiva della attività lavorativa. Gli esiti chirurgici sono ottimi e, a distanza di 3 mesi, è spesso impossibile identificare anche in ecografia la zona operata.

Gli spermatozoi così recuperati, anche se in numero esiguo, possono essere utilizzati nella fecondazione assistita attraverso la tecnica ICSI (Iniezione Intracitoplasmatica dello Spermatozoo). Il seme in eccesso può essere crioconservato per essere nuovamente a disposizione della coppia in caso di altri tentativi e quindi per evitare di sottoporre l’uomo ad un nuovo intervento di estrazione degli spermatozoi.